Settore dell'edilizia e dell'urbanistica

  • Cura, coadiuvato dal vigile urbano, l'istruttoria delle pratiche da sottoporre all'esame della Commissione edilizia o all'esame del Sindaco e fornisce adeguato supporto tecnico ai privati e ai professionisti per la presentazione delle pratiche edilizie;
  • predispone, coadiuvato dal vigile urbano, le concessioni e le autorizzazioni edilizie, le autorizzazioni paesaggistiche di competenza comunale, nonché i provvedimenti previsti dalla vigente normativa in materia di repressione dell'abusivismo edilizio;
  • esercita, in collaborazione con il vigile urbano, tutti i poteri di vigilanza edilizia e di irrogazione delle sanzioni amministrative previste dalla normativa vigente in materia di repressione dell'abusivismo edilizio;
  • autorizza, coadiuvato dal vigile urbano, l'occupazione di suolo pubblico per l'apertura dei cantieri;
  • provvede, coadiuvato dal vigile urbano, alla determinazione del contributo di concessione ed alla verifica dei casi di esenzione nonché al rimborso dei contributi pagati nei casi previsti dalle norme vigenti in materia;
  • rilascia le autorizzazioni allo scarico e all'allacciamento all'acquedotto comunale;
  • rilascia, coadiuvato dal vigile urbano, i certificati di destinazione urbanistica ed ogni altra attestazione, certificazione, comunicazione costituente manifestazione di giudizio o di conoscenza relative al settore;
  • fornisce supporto tecnico agli organi politici ed al/i professionisti incaricati della revisione o di eventuali varianti al PRG;
Progetti co-finanziati dal Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale Per maggiori informazioni sulle opportunità di finanziamento, visita il sito del PSR e della Commissione europea dedicato al FEASR. Il Comune di Imèr è beneficiario del Programma di Sviluppo Rurale, ovvero lo strumento del Fondo Europeo Agricolo (FEASR) attraverso il quale la Provincia Autonoma di Trento realizzerà del 2014 al 2020 interventi che orientano lo sviluppo del Trentino secondo le finalità delle politiche comunitarie e dei fabbisogni del contesto territoriale. I progetti co-finanziato dal Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale del comune di Imèr sono i seguenti:. . Operazione: 4.4.2 – Recinzioni tradizionali in legno, risanamento di recinzioni in pietra, prevenzione dei danni da lupo e da orso. . Obiettivo: Il comune di Imer ha fatto redigere un piano di gestione delle malghe, contenente tutti gli interventi necessari al mantenimento, al miglioramento ed allo sviluppo delle malghe e dei pascoli di proprietà comunale. L’intervento identificato presso la malghe Agnerola, è risultato essere quello necessario alla realizzazione di alcune staccionate  in legno a protezione della malga, della stalla e del bivacco, dagli accessi degli animali e di due tratti di recinzione elettrificata di delimitazione del pascolo a monte della malga. . . Focus Area 4A: Salvaguardia, ripristino e miglioramento della biodiversità inclusi i siti. di Natura 2000, l’agricoltura ad alto valore naturale e la conformazione paesaggistica europea. . Finanziamento: La spesa complessiva per la realizzazione del progetto è di € 29.596,60 per una spesa ammessa a contributo pari ad € 15.687,84. Importo contributo € 9.412,70 pari al 60% della spesa ammessa cosi suddiviso: (il 42,980% quale quota FEASR pari a euro 4.045,58; il 39,914% quale quota Stato pari a euro 3.756,99; il 17,106% quale quota PAT pari a euro 1.610,13). . Operazione: 4.4.1 – Recupero habitat in fase regressiva. . Obiettivo: Il comune di Imer ha fatto redigere un piano di gestione delle malghe, contenente tutti gli interventi necessari al mantenimento, al miglioramento ed allo sviluppo delle malghe e dei pascoli di proprietà comunale. Gli interventi identificati come necessari sono risultati essere la realizzazione, in loc. “Agnerola”, di n. 3 pozze naturalistiche per l’abbeveraggio degli animali ed ulteriori n. 2 pozze presso il pascolo di malga Neva; è prevista inoltre la sistemazione del pascolo di malga Neva mediante pareggiamento meccanizzato delle superfici del pascolo medesimo finalizzato ad eliminare il sentieramento provocato dal bestiame. . . Focus Area 4A: Salvaguardia, ripristino e miglioramento della biodiversità inclusi i siti. di Natura 2000, l’agricoltura ad alto valore naturale e la conformazione paesaggistica europea. . Finanziamento: La spesa complessiva per la realizzazione del progetto è di € 53.095,22 per una spesa ammessa a contributo pari ad € 30.000,00. Importo contributo € 30.000,00 pari al 100% della spesa ammessa cosi suddiviso: (il 42,980% quale quota FEASR pari a euro 12.894,00; il 39,914% quale quota Stato pari a euro 11.974,20; il 17,106% quale quota PAT pari a euro 5.131,80). . Operazione: 4.3.2 – Viabilità forestale. . Obiettivo: Il comune di Imer ha fatto redigere un piano di gestione delle malghe, contenente tutti gli interventi necessari al mantenimento, al miglioramento ed allo sviluppo delle malghe e dei pascoli di proprietà comunale. Gli interventi identificati come necessari alla viabilità che permette di raggiungere la malga Agnerola sono risultati essere quelli finalizzati all’allargamento delle piazzole di scambio esistenti al fine di permettere lo scambio in maniera più sicura anche fra i mezzi pesanti oltre che in taluni casi, di ricavare un ulteriore spazio per l’accatastamento del legname. . . Focus Area 2A: migliorare le prestazioni economiche di tutte le aziende agricole e incoraggiare la ristrutturazione e l’ammodernamento, in particolare per aumentare la quota di mercato e l’orientamento al mercato nonchè la diversificazione dell’attività. . Finanziamento: La spesa complessiva per la realizzazione del progetto è di € 31.303,86 per una spesa ammessa a contributo pari ad € 26.880,45. Importo contributo € 16.128,27 pari al 60% della spesa ammessa cosi suddiviso: (il 42,980% quale quota FEASR pari a euro 6.931,93; il 39,914% quale quota Stato pari a euro 6.437,44; il 17,106% quale quota PAT pari a euro 2.758,90). Operazione: 4.4.2 – Recinzioni tradizionali in legno, risanamento di recinzioni in pietra, prevenzione dei danni da lupo e da orso. . Obiettivo: I comuni di Imer e di Mezzano hanno fatto redigere un piano di gestione delle malghe, contenente tutti gli interventi necessari al mantenimento, al miglioramento ed allo sviluppo delle malghe e dei pascoli di proprietà comunale. . Gli interventi identificati presso le malghe Neva Prima e Neva Seconda, di proprietà rispettivamente del Comune di Imer e del Comune di Mezzano, sono risultati essere quelli necessari all’alpeggio; in particolare, al fine di evitare che il bestiame esca dal pascolo attraverso la strada, è prevista la realizzazione di un dissuasore, senza l’utilizzo di recinzioni elettrificate che mal si conciliano con il transito veicolare. E’ prevista inoltre presso le malghe la realizzazione di staccionate in legno, a protezione e ad allontanamento degli animali dagli edifici. . Focus Area 4A: Salvaguardia, ripristino e miglioramento della biodiversità inclusi i siti. di Natura 2000, l’agricoltura ad alto valore naturale e la conformazione paesaggistica europea. . Finanziamento, concesso al Comune di Imèr quale ente capofila incaricato della richiesta di sovvenzione anche per conto del comune di Mezzano: La spesa complessiva per la realizzazione del progetto è di € 22.989,45 per una spesa ammessa a contributo pari ad € 12.609,36. Importo contributo € 7.565,62 pari al 60% della spesa ammessa cosi suddiviso: (il 42,980% quale quota FEASR pari a euro 3.251,70; il 39,914% quale quota Stato pari a euro 3.019,74 il 17,106% quale quota PAT pari a euro 1.294,18).

Settore dei lavori pubblici

  • Gestione del programma delle opere pubbliche relativamente agli interventi da realizzarsi in economia, esclusi gli incarichi di progettazione, secondo gli indirizzi della Giunta.
  • Responsabile delle procedure d'appalto delle opere pubbliche per le quali assume la funzione di responsabile del procedimento.
  • Affida incarichi professionali (perizie tecniche, geologiche, frazionamenti, rilievi, ecc.) per parcelle di importo inferiore ad Euro 10.000 (diecimila) ed in tutti i casi esclusi dalla competenza della Giunta (piano urbanistico) o del Segretario.
  • Esegue l'istruttoria (predisposizione ed invio richiesta di preventivo, valutazione offerte predisposizione schema di delibera …) relativa all'acquisto di eventuali beni strumentali relazionando quindi alla Giunta comunale che andrà poi ad assumere il formale provvedimento di acquisto.
  • Completa gestione delle opere pubbliche:
    • Formula i pareri di regolarità tecnico-amministrativa nelle materie di sua competenza;
    • Provvede all'aggiornamento dei prezzi di progetto secondo quanto previsto dall'articolo 44 della LP 26/1993;
    • Provvede all'adozione di tutti gli atti di gestione relativo alla procedura di appalto e di esecuzione dell'opera che non ricada nella competenza della Giunta comunale o del Segretario: concede proroghe dei termini di esecuzione dei contratti, provvede all'applicazione delle penali, approva le varianti e i nuovi prezzi, approva il certificato di esecuzione dei lavori e gli atti di contabilità finale dei lavori, ecc.;
    • Emette i certificati di pagamento nei casi in cui venga affidata al medesimo la direzione lavori dell'opera;
    • Esegue direttamente incarichi di progettazione o altri incarichi tecnici relativi ad opere di piccola entità
    • Predispone direttamente le perizie di stima relative all'acquisto e/o alla vendita di beni immobili e ne cura le operazioni di intavolazione;
    • Provvede all'acquisto di materiali ed attrezzature per il magazzino comunale, nonché dei materiali necessari per l'esecuzione di lavori in economia;
    • Provvede all'assegnazione degli incarichi per contratti di assistenza tecnica concernenti impianti e attrezzature posti in immobili comunali (ascensori ecc…);
  • Collabora con il capo squadra al coordinamento degli operai comunali;
  • Inoltre, adotta i provvedimenti in ordine alla salute e sicurezza dei lavoratori (ai sensi del Dlgs. 626/1994) nel settore tecnico, compresi gli impegni di spesa all'interno delle dotazioni assegnate, in qualità di datore di lavoro per il settore di competenza. Cura i rapporti con il medico del lavoro ai sensi del D.Lgs 626/94 e s.m. (orario visite periodiche e pagamenti) e l'attuazione pratica della legge sui disabili nr. 68/1999;
  • Dispone gli acquisti delle attrezzature e del vestiario necessario per gli operai comunali; provvede agli adempimenti necessari per la manutenzione, rinnovo e revisione dei mezzi meccanici in collaborazione con il vigile urbano.
  • Nell'ambito delle dotazioni assegnate programma, organizza e controlla, assumendo i relativi impegni di spesa, la manutenzione in economia dei beni comunali (strade, parchi, strutture sportive, cimitero, immobili, acquedotto, fognatura, scuola materna, patrimonio immobiliare...) provvedendo anche all'acquisto del materiale necessario e alla gestione del personale addetto.